La riflessione dei ragazzi del Gruppo Cresy

Preghiera di don Primo Mazzolari

Ci impegnamo noi e non gli altri, unicamente noi e non gli altri,
né chi sta in alto, né chi sta in basso, né chi crede, né chi non crede.
Ci impegnamo senza pretendere che altri s'impegnino,
con noi o per suo conto, come noi o in altro modo.
Ci impegnamo senza giudicare chi non s'impegna,
senza accusare chi non s'impegna, senza condannare chi non s'impegna,senza disimpegnarci perché altri non s'impegna.
Ci impegnamo perché non potremmo non impegnarci.
C'è qualcuno o qualche cosa in noi, un istinto, una ragione,
una vocazione, una grazia,
più forte di noi stessi.
Ci impegnamo per trovare un senso alla vita, a questa vita, alla nostra vita,
una ragione che non sia una delle tante ragioni
che ben conosciamo e che non ci prendono il cuore.
Si vive una volta sola e non vogliamo essere "giocati"m
in nome di nessun piccolo interesse.
Non ci interessa la carriera, non ci interessa il denaro,
non ci interessa la donna o l'uomo se presentati come sesso soltanto,non ci interessa il successo né di noi né delle nostre idee, non ci interessa passare alla storia.
Ci interessa perderci per qualche cosa o per qualcuno
che rimarrà anche dopo che noi saremo passati
e che costituisce la ragione del nostro ritrovarci.
Ci impegnamo a portare un destino eterno nel tempo,
a sentirci responsabili di tutto e di tutti,
ad avviarci, sia pure attraverso un lungo errare,
verso l'amore.
Ci impegnamo non per riordinare il mondo,
non per rifarlo su misura, ma per amarlo;
per amare anche quello che non possiamo accettare,
anche quello che non è amabile,
anche quello che pare rifiutarsi all'amore,
poiché dietro ogni volto e sotto ogni cuore
c'è insieme a una grande sete d'amore,
il volto e il cuore dell'amore.
Ci impegnamo
perché noi crediamo all'amore,
la sola certezza che non teme confronti,
la sola che basta per impegnarci perpetuamente.

da Profeti per il regno

Noi, ragazzi del gruppo Cresy durante il ritiro del 28 dicembre 2016 abbiamo letto e ci siamo confrontati sulla preghiera di don Primo Mazzolari.
Ecco le nostre riflessioni:

  • dobbiamo impegnarci noi e non gli altri, senza pensare a ciò che gli altri fanno o non fanno, senza criticare chi non si impegna;
  • dobbiamo agire perchè qualisiasi cosa si crea, si muove, si fa solo se siamo noi a crearla, muoverla, farla.
Ci siamo impegnati a trovare un senso alla nostra vita, a costruirla facendo anche delle scelte: una molto importante per noi è quella del liceo. Ci aprirà il futuro e ci darà una possibilità nel mondo del lavoro.
  • Si vive una volta sola e non bisgna scegliere con l'istinto, senza ragionare
​Fare delle scelte significa andare a riordinare il mondo:in questo modo lo rendiamo nostro e riusciremo ad amarlo.
  • Noi crediamo all'amore, questa è l'unica certezza che non teme confronti ed è la sola per cui basta imegnarci perdutamente.
  • Non bisogna criticare per sentirsi forti, basta amare, agire e pensare con il cuore!