CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE di Sabato 14 Gennaio 2017

10 anno pastorale

Parrocchia San Giovanni XXIII

Tema dell’anno pastorale 2016-2017:
lampada ai miei passi è la tua parola

  • Lettura del nostro testo di meditazione comunitaria
Noi amiamo la nostra Chiesa con i suoi limiti e le sue ricchezze: è nostra Madre. E per questo la rispettiamo, sognando che sia sempre più bella.
Una Chiesa dove si possa vivere bene, dove si possa respirare, dire ciò che si pensa: una Chiesa di libertà.
Una Chiesa che ascolta prima di parlare, che accoglie invece di giudicare, che perdona senza voler condannare, che annuncia piuttosto che denunciare: una Chiesa di misericordia.
Una Chiesa in cui il più semplice dei fratelli comprenderà ciò che l’altro dirà, in cui il più saggio dei capi saprà di non sapere, in cui tutto il popolo si manifesterà: una Chiesa di saggezza.
Una Chiesa in cui lo Spirito Santo potrà sentirsi invitato perché non sarà già stato tutto previsto, regolato e deciso in anticipo: una Chiesa aperta.
Una Chiesa in cui l’audacia di fare cose nuove sarà più forte dell’abitudine di fare come prima.
Una Chiesa in cui ognuno potrà pregare nella sua lingua, esprimersi nella sua cultura ed esistere con la propria storia.
Una Chiesa di cui la gente dirà: “non vedete come sono organizzati”, ma: “guardate come si amano”.
Cara Chiesa, Chiesa dei sobborghi, delle strade e dei quartieri centrali, tu sei ancora piccola ma progredisci. Tu sei ancora fragile, ma speri. Alza il capo e guarda: il Signore è con te.
(Mons. Guy Deroubaix)

Alla riunione di questo Consiglio Pastorale abbiamo avuto il piacere di avere la presenza del nostro Vescovo Ausiliare Don Paolo Lojudice.

  1. temi

In attesa dell’arrivo del Vescovo trattiamo come primo argomento il n. 4
4. la carovana della pace Domenica 29 Gennaio
come di consueto la partenza dalla Parrocchia è prevista la mattina ore 8,00 per bambini che debbono essere accompagnati dai genitori o comunque da un componente della famiglia e il Gruppo Zaccheo, affidato ai loro catechisti. Per quanto riguarda gli altri gruppi di Cresima, ogni Gruppo verrà organizzato singolarmente.
Il ritorno è previsto per l’ora di pranzo ore 13,00, con veloce agape comunitaria pro caritas parrocchiale (iscrizione presso l’Ufficio Parrocchiale entro lunedì 23 gennaio).
Sabato 28 Gennaio alle 17,30 sarà celebrata una Messa straordinaria per tutti ma in particolare per i partecipanti alla carovana della pace, oltre a quella consueta delle ore 19,00

1. la pagina facebook parrocchiale ed il sito.
Lisa relaziona su questo argomento: la pagina facebook è attiva da 8 mesi ed ha visto un crescendo di adesioni fino a 337 persone, mentre il bacino di utenza secondo i dati è di circa 1500 persone che lo visionano. Nella pagina vengono inserite ogni giorno le attività parrocchiali, sempre un messaggio di Papa Francesco ed anche la pubblicazione di messaggi, annunci, gare, tutto con la massima attenzione al rispetto della privacy.
Anche per la serata del 21 Ottobre, organizzata per festeggiare il 10^ anniversario della Parrocchia, sulla pagina facebook sono stati pubblicati tutti gli avvisi, le attività e le gare che erano state organizzate per l’occasione, come ad esempio: gara per la scelta di un logo parrocchiale, di foto particolari, di poesie. In occasione del Natale l’invito su face book è stato di inviare le foto dei presepi, anche questa iniziativa ha avuto un grande successo.
La pagina risulta anche molto utile per uno scambio di informazioni che gli utenti,in particolare parrocchiani, chiedono attraverso la possibilità di inviare messaggi, ai quali viene risposto in tempo abbastanza reale.
Nonostante la presenza di filtri la pagina è anche monitorata H24 e un incontro settimanale è programmato con don Vittorio per i vari aggiornamenti ed indicazioni..
Lisa relaziona anche che durante la serata del 21Ottobre è stato inserito un intervento di Sovvenire-CEI sull’8per mille ed il sostentamento al Clero, vista la mancanza di conoscenza su questo argomento. Il risultato è stato che l’iniziativa è stata molto apprezzata a livello Nazionale e Sovvenire ha erogato alla nostra Parrocchia un contributo di euro 2000,00. Infatti Sovvenire può elargire questo contributo, per non più di due volte l’anno, a tutte quelle Parrocchie che inseriscano degli interventi formativi su questo argomento, in occasione di eventi che corrispondano ad alcune caratteristiche ritenute idonee a poter usufruire di questo contributo.
Lisa informa inoltre che quest’anno per la prima volta è stato indetto dalla Diocesi di Roma la prima edizione del concorso dei cori parrocchiali intitolato “Cantate Inni con Arte”. Lisa fornisce anche i moduli ed il Regolamento per partecipare. La nostra Parrocchia parteciperà.
Il Vescovo mostra molto interesse su queste iniziative e le informazioni fornite da Lisa, in particolare alle notizie su Sovvenire ed il concorso dei cori, complimentandosi per questa attività e la sua organizzazione, che ritiene molto impegnativa, soprattutto pensando che la Parrocchia è in crescita.

2. opere parrocchiali: la tettoia
Proposte per contribuire a finanziare il progetto.
Viene illustrato al Vescovo il progetto realizzato dall’Architetto Marciani che prevede delle strutture di collegamento tra i due prefabbricati, che consentirebbero alla Parrocchia non solo di ovviare ai problemi che insorgono con la pioggia ed il caldo, ma anche di fornire la possibilità di avere più spazi per svolgere le varie attività sia con i giovani che con la comunità parrocchiale. Purtroppo non si conosce ancora il costo complessivo dell’opera, ma stiamo faticosamente raccogliendo la somma che possa essere consegnata all’Architetto per iniziare.
L’occasione per raccogliere ancora dei fondi viene offerta con il Concerto organizzato per Sabato18 Febbraio p.v.
L’idea nasce per diversificare la proposta di festeggiare in maschera il sabato di carnevale, come è stato fatto fino allo scorso anno, vista la poca adesione che riceveva questa iniziativa.
L’organizzazione prevede la partecipazione del Gruppo Musicale di Simone Mosca & C, e di tutti i gruppi dai bambini ai giovanissimi, la scuola di chitarra, il coro Fiori Musicali, i Poeti (Mario e Maria Stella..), l’animatore Corrado ed il lancio dell’oratorio estivo 2017, un video di Marco e tante altre sorprese, anche di carattere culinario.
Tutti sono invitati a partecipare
Don Paolo, apprezzando l’iniziativa, accenna che purtroppo la possibilità di mascherarsi viene offerta dalla festa di halloween che ormai ha raggiunto una popolarità ed una partecipazione sempre più numerosa, non solo da parte dei bambini ma anche degli adulti. A questa sua riflessione tutto il Consiglio Pastorale concorda che, senza pensare di contrastarla, occorre sempre più spesso trovare qualcosa che possa suscitare almeno lo stesso interesse, se non maggiore.

3. Caritas parrocchiale. Le raccolte di queste feste:
la notte e il giorno di Natale pro Caritas Baby Hospital (Roberto Ramberti) euro 1.065,92; pro profughi di Mosul (d. Alfio, di S. Pio): euro 494,00; pro Amatrice (il Vescovo don Paolo) dalla tombolata e dalla questua del 6 Gennaio (tombolata euro 1.464,20+ questua 397,30 = 1861,50). Sulla tombolata, ormai una consuetudine della Parrocchia da qualche anno, Gabriele spiega come viene organizzata, dalla preparazione delle cartelle, la loro vendita, i premi e soprattutto la collaborazione e partecipazione da almeno quattro anni di Giuseppe, il titolare dell’agenzia di Viaggi “Al di là dei Sogni”. Infine la soddisfazione di vedere quest’anno una grande affluenza di persone, delle quali la maggior parte parrocchiani. Al Vescovo è consegnato un assegno di euro 1.900,00.

Il gemellaggio con Amatrice: il Vescovo ci spiega la situazione e la proposta.
Don Paolo, promotore di questa iniziativa di carità, ci spiega che dopo il terremoto di Agosto, a metà Settembre si è recato ad Amatrice per vedere la situazione. In quel contesto ha individuato 7 famiglie, che oltre ad aver perso le loro attività, hanno avuto anche il decesso del loro capofamiglia. Ha pertanto suggerito ai Prefetti di organizzare qualcosa per raccogliere i fondi necessari per portare una sorta di sostegno a queste famiglie.
La Famiglia Cicconi, segnalata alla nostra Parrocchia, aveva un forno, che rappresentava il sostentamento di tutta la famiglia, andato completamente distrutto insieme purtroppo alla morte del capofamiglia .
Nascono proposte per poter creare un gemellaggio, con idee ed attività che non ledano la dignità delle persone e soprattutto che non le facciano sentire oggetto di curiosità.
E’ stata accolta la proposta di creare un piccolo comitato che possa andare sul posto e creare un contatto con la famiglia ed avere un seguito per verificare che cosa si possa fare.
Il Vescovo ci farà sapere come possiamo muoverci, appena potrà avere un quadro generale più chiaro.
Sulla nostra attività di Caritas Parrocchiale, Lidia relaziona su come siamo organizzati sia dal punto di vista dei volontari, che sulle modalità di accoglienza per chi si rivolge a noi per chiedere un aiuto per lavoro, per i viveri o vestiario. Ormai la provenienza è varia: dai campi nomadi della Pontina, al Residence Park Hotel Costanza, dove abitano 80 famiglie di sfrattati, con problematiche di ogni genere. In queste situazioni si trovano anche molti italiani.
Un punto critico per noi è la situazione precaria dei volontari che possono operare in questo settore. Sarebbe necessario reclutare futuri pensionati, ma vista la realtà del nostro quartiere, che è formato da famiglie molto giovani, non è molto facile.
A proposito di Carità Don Paolo si interessa anche sull’evolversi delle Case Rifugio di Casa Sant’Anna. I volontari presenti raccontano la loro esperienza, integrata da altre informazioni che fornisce don Vittorio. In particolare Marco evidenzia quanto sia importante in Casa Sant’Anna la presenza di un progetto organizzativo di carità, per il quale l’aiuto che viene dato agli ospiti delle varie case non è finalizzato soltanto all’aiuto materiale, ma alla riabilitazione dell’individuo facendogli riacquistare, per quanto possibile, un’autostima che gli consenta di poter tornare a far parte della società in maniera autonoma.

In questo contesto un pensiero viene rivolto ai ragazzi della Parrocchia, della loro straordinaria bravura di stare insieme e di accettarsi, fin dalla preparazione alla Comunione ed il senso di appartenenza alla Parrocchia che vivono con entusiasmo anche i gruppi dei ragazzi delle medie, considerata la continua inclusività di etnie diverse.
Su questo pensiero il Vescovo condivide una riflessione che riguarda prevalentemente gli adulti, sulla loro difficoltà di convivenza e sulla mancanza spesso di una base di cultura religiosa in persone molto colte, più presente invece in altre categorie di persone.

5. nel mese dedicato alla vita
sono previsti due incontri per i nuovi Genitori in attesa in un bambino Sabato 11 e Sabato 18 Febbraio alle ore 17,00

appuntamenti

visita alla pinacoteca Colonna, via della Pilotta, Piazza Santi Dodici Apostoli, Sabato 28 Gennaio ore 9,30 (euro 15,00, per la casa mamme e bambini); guida la Prof. Andreina Draghi. Posti limitati, iscrizioni subito!

cena romana ad offerta libera per pagare le spese scolastiche dei bambini di Casa Maria Luisa a Casa San Giovanni Sabato 25 febbraio ore 20,30.

catechesi per i collaboratori parrocchiali Domenica 12 Marzo ore 16.00-18.00.

mercato dello scriba di carità, “primaverile “ a Casa S. Giovanni Domenica 2 Aprile

VI edizione della Maratona di quartiere Sabato 13 Maggio

Con la sua benedizione finale Don Paolo si è congratulato per tutte le iniziate e le attività che svolgiamo e ci ha esortato con parole di incoraggiamento a proseguire con perseveranza ed entusiasmo.

I presenti oltre al Vescovo Don Paolo Lojudice e don Vittorio:
Andrea, Daniela, Elena, Francesca, Gabriele, Irene, Lidia, Lisa, Marco, Margherita, Michele, Rosy e Susanna